auto usata

Vendere auto usata : La tecnica migliore

Di fronte alla crescente domanda del mercato dell’altra mano, recenti professionisti e start-up offrono di acquistare la vostra auto usata veloce e al miglior prezzo. Ma è vero? La situazione attuale obbliga e, quindi, mi sento obbligata a dare voce a chi viene da me sentendosi deluso e/o deluso da quei “professionisti seri e responsabili” che, fiduciosi nella loro pubblicità, sono venuti a vendere loro la loro auto usata. Sentiamo ogni giorno alla radio, guardiamo in TV o leggiamo sulla stampa come tale e quella società vi offre “massima valutazione”, “pagamento in contanti”, “facilità di elaborazione” o prendere in carico le auto usata “in qualsiasi stato”. Ovviamente, come dovremmo sapere ormai, “dal dire al fatto c’è una via per i fatti”, e dalla pubblicità alla realtà… tratto e mezzo. Come era stato gagner de l’argent detto prima, nessuno dà fatica a peseta. Tale pubblicità è legittima, perché ognuno ha il diritto di fare pubblicità nel miglior modo possibile – senza trascurare la verità, sì – per attirare quanta più attenzione e più pubblico possibile a se stessi. Tuttavia, questa verità è puramente soggettiva, e ho preso molto sul serio per scoprire cosa c’è dietro, in modo che, se alcuni di voi stanno pensando di andare a questi buy-vendite, si sa a cosa si sta esponendo a e, se necessario, si può salvare il viaggio.

Magazzini di auto usata / di seconda mano

Il pagamento in contanti non è tale, come raro è il luogo dove mi è stato offerto un tacche e molto meno efficace. La sua cosa è il bonifico bancario “per tutta la settimana”, lasciandoti, sì, il bonifico firmato. Se si tratta di un assegno, è la vostra cosa per essere addestrati e approvati da una banca, che richiede un paio di giorni per eseguire la procedura. Per quanto riguarda il pagamento in contanti, è illegale dal punto di tassa: qualsiasi pagamento di oltre 1.500 euro deve essere effettuato tramite bonifico, non può essere effettuato a mano, e questo non è istantaneo; sono normalmente efficaci entro 24-48 ore, purché non ci siano vacanze o fine settimana in mezzo. La procedura, in ogni caso, è semplice e può essere risolta, se tutto è “OK”, lo stesso giorno o il successivo. Non è consigliabile ritardare, in quanto la valutazione è di solito di validità media di 48 h.

Il suddetto “OK” significa che il veicolo offerto ha tutta la sua documentazione in ordine, non presenti embarghi, il proprietario è la persona che lo ha portato a tariffa e la sua patente di guida con relativo ITV è in vigore. Nei dettagli meccanici, sono più lassisti. Ed è molto più facile combattere con un motore che con la pubblica amministrazione… Vale la pena ricordare che queste aziende sono lì per fare soldi e che sopportano le spese che finiscono per prendere la fattura all’ultimo anello della catena: noi. E ‘sempre possibile non chiudere l’affare, in quanto c’è anche un piccolo – molto piccolo – luogo di contrattazione. E, se diciamo sì, il nostro veicolo usato, dopo il processo di ristrutturazione obbligatorio, diventerà parte del suo magazzino e l’esposizione ad un prezzo con cui trarre profitto, ovviamente superiore a quello che abbiamo ottenuto per esso. Questo è quello che c’è, e certamente nell’esperimento che ho fatto con il vecchio Saab, non mi aspettavo di trovare nient’altro.

Inizierò dicendo che le case di auto di seconda mano “di una vita” (Alhambra, Yamovil, Canalcar o Occasion Plus, per dare solo alcuni esempi) sono quelli che offrono un trattamento più trasparente ed equo, cioè comprano e vendono auto, radio in loco e per ciascuno che com Fai l’idea è che un altro è venduto, quindi la valutazione più positiva del tuo veicolo avrà molto a che fare con se hai intenzione di consegnarlo come parte del pagamento per un altro della tua mostra. In caso contrario, la vostra auto usata perderà parte del suo valore soggettivamente. Oppure non saranno interessati a marca, modello, stato, chilometri, ecc. La verità è che ho fatto il test con una Saab del 1997 e 200.000 km (una macchina, come mi è stato detto, abbastanza difficile da posizionare). E la valutazione massima è stata la valutazione massima di quel perito, quel giorno per quell’ auto usata, diversa dalla valutazione massima di un’altra peritrice, lo stesso giorno per quella stessa auto. Giocano con i trucchi che molti individui non confrontano abbastanza e finiscono per accettare la prima offerta. Solo che è l’obiettivo principale di questo articolo, che si capisce l’importanza, quando avete intenzione di vendere la vostra auto usata, per controllare la vostra valutazione in diversi stabilimenti, confrontare e non rimanere mai con il primo prezzo di acquisto si ottiene.

Valutazione Sito online: lontano dalla realtà

Dietro di lei e la sua controllata spagnola (Vamancia S.L.) c’è un gruppo tedesco, basato sulla periferia di Berlino, chiamato WRDA Holding Gmbh. La sua struttura aziendale si basa sulla pubblicità e sul suo sito web, che è ancora un altro strumento pubblicitario. perché? Semplice, il tuo “perumento online” offre valutazioni avalanty. Sono un gancio, ed è molto facile mordere l’amo scegliere e utilizzare un GPS Car Radio. La valutazione online, di cui saremo interessati in modo sicuro, ci ha già convinti in questo primo passo. Successivamente, dobbiamo andare in uno dei suoi “centri di collaborazione”, che di solito è un capannone di costruzione in un parcheggio pubblico, per ricevere la valutazione professionale di uno dei suoi “esperti”.

Rompo una lancia a favore di questi “esperti”. Essi non forano né tagliare e finiscono per darvi il prezzo che un misterioso tablet “collegato al centro” porta. Questo è dopo aver eseguito un test dinamico e la verifica che tutto ciò che ha detto nel modulo online che abbiamo compilato nel primo passaggio è vero, naturalmente. E questa è una questione quasi surreale. Noi, dopo aver ottenuto sul loro sito una valutazione di oltre 2.800 euro per una Opel Vectra 2.2 16v dell’anno 2001 (un prezzo più che buono), abbiamo fissato un appuntamento per uno dei suoi centri, cioè per un capannone di un parcheggio. Abbiamo partecipato, abbiamo sopportato il paripé della valutazione con test di guida incluso in cui tutto detto è stato confermato e ottenuto, tramite tablet dell’esperto, la valutazione finale: 364 euro. Ecco. Dicono che il mercato delle auto usate è molto “dinamico” in termini di prezzi, e che cambiano “giorno per giorno”… La valutazione del mio Saab ne è una chiara prova.

Bene, come questo caso ho recitato in, con un’estrema differenza tra la valutazione online e reale, ho più di 20 che sono venuti alla mia e-mail. Sono utenti arrabbiati, naturalmente, le cui opinioni misteriosamente non appaiono tra le recensioni dei clienti del tuo sito web. Ma andiamo avanti. Se accetti il prezzo finale della valutazione in loco, sei pagato anche tramite bonifico, da una società che non conosci e devi anche firmare l’ordine di modifica del nome. Ci si potrebbe chiedere cosa succede dopo con la vostra auto usata, una volta che passa nelle sue mani. Beh, Dio lo sa. Può finire ridotto a rottami in un cantiere di bucarest (per questo accettano auto usata gravemente danneggiate o danneggiate) o può essere venduto in un bar sulla spiaggia della contea di Bollullos.

Non consiglio di andare a queste persone a meno che non si dispone di un bisogno molto perentorio di soldi, non voglio complicare la vostra vita con gli individui e / o si può accontentare di meno della metà del denaro che la vostra auto è in realtà vale la pena. E per questo è necessario sapere quanto vale la vostra vera auto usata. Questa valutazione realistica può essere ottenuta andando alle vendite di cui stavamo parlando all’inizio, quelle che ti danno un prezzo più onesto. Si può sempre andare da loro con il bugiardo pio che ti interessa a qualsiasi altro nella loro esposizione e averlo contaminato (e poi restituirlo 10% in meno).

astronomico/Osservatorio

immagine dell'osservatorio e stemmi delle amministrazioni comunali
Introduzione

Osservatorio Astronomico del Chianti   Il progetto descritto in questo sito, nasce da un idea del Gruppo astrofili “Il Borghetto” e riguarda la realizzazione di un osservatorio astronomico in località Montecorboli (Barberino V.E. FI) all’ interno del Parco botanico del Chianti“, nei pressi di San Donato in Poggio.
   L’opera verrà finanziata dalle amministrazioni comunali di Barberino Val d’Elsa ,Tavarnelle Val di Pesa e Castellina in Chianti con il contributo di sponsors come banche, ed imprese della zona.
Osservatorio Astronomico del Chianti  Il progetto nato da 5 anni di impegno e dedizione dei soci del Gruppo astrofili “Il Borghetto” intende offrire una valida attività scientifica nel campo dell’astronomia e delle scienze naturali in genere nonché un elemento di crescita culturale per la popolazione del territorio.

Non sono poi da sottovalutare le ricadute positive sull’offerta turistica locale tra l’altro sempre piu sensibile alle tematiche ambientali e di interesse naturalistico.

Approfondisci >>>

elemento grafico, linea separatrice
L’intervista video
Intervista sull' Osservatorio Astronomico del Chianti  Un video che sintetizza gli obiettivi e le caratteristiche del progetto, insieme ad altri è stato proiettato nella sala del consiglio comunale di Tavarnelle Val di Pesa durante i festeggiamenti per il termine dei lavori di rifacimento di piazza Matteotti.
Nel filmato troverete una intervista ad alcuni rappresentanti dell’associazione, delle panoramiche dell’area del Parco Botanico del Chianti individuata per la collocazione della struttura e le immagini del rendering architettonico ,disponibili anche nelle pagine seguenti.
Intervista sull' Osservatorio Astronomico del Chianti

 Il video è stato prodotto dall’associazione MediAactiva e realizzato da Teledico per conto del Comune di Tavarnelle Val di Pesa.

Scarica il filmato>>>
Formato AVI durata 1,52 min (4,3 Mb)

Ascolta l’intervista a radio 3 network
News 
15 marzo 2006elemento grafico, linea separatrice

Approvato il progetto preliminare osservatorio astronomico

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N° 041 DEL 15.03.2006
OGGETTO:
 progetto preliminare osservatorio astronomico

Elemento grafico,link alla copia della deliberaCopia della delibera_>>> Doc (41 Kb)

3 marzo 2006elemento grafico, linea separatrice

“Osservatorio astronomico, ecco come sarà in dettaglio”
Esce su Metropoli un articolo che descrive le caratteristiche dell’osservatorio. I dati pubblicati rispecchiano quelli indicati in questo sito, molti di questi verranno modificati a breve (ad esempio la cupola adesso è prevista del diametro di 6 metri) provvederemo ad aggiornare il sito e a comunicare i dati del nuovo progetto alla stampa.

Elemento grafico,link all'articolo su Metropoli Leggi l’articolo >>>

25 febbraio 2006elemento grafico, linea separatrice

Esce il giornale web del comune di Barberino, si dichiara lo stanziamento di una quota di 50.000 Euro.
Elemento grafico,link all'articolo sul giornale del comune di Barberino Leggi il giornale>>> (1.10 MB)

23 febbraio 2006elemento grafico, linea separatrice

Intervista a RADIO 3 Network
Il Nuovo Osservatorio Astronomico.

Mirco Roppolo intervista:

Prof. Emanuele Pace, Università di Firenze Dip. Astronomia e scienze dello spazio
Giacomo Cencetti, Assessore alla Cultura Comune di Barberino Valdelsa
Paolo Morandi, Gruppo Astrofili “Il Borghetto” Barberino V.E. Tavarnelle V.P.

Se non avete installato un software per ascoltare l’intervista scaricatene uno uno scegliendo fra i links scottostanti:

Un Sentito Ringraziamento e i complimenti degli astrofili a Mirco Roppolo e Michela Nencini di Radio3 Network FM 100.1.

20 gennaio 2006
elemento grafico, linea separatrice

Tre appuntamenti per la misura del seeing, e del meridiano da sito dell’osservatorio. 

Dettagli >>>

11 agosto 2005elemento grafico, linea separatrice

10 Agosto: Torna “Calici di Stelle
Esce su Chianti News un articolo di

11 agosto 2005elemento grafico, linea separatrice

Calici di stelle, vino in vetrina.
Stand gastronomici e un maxischermo che fungerà da osservatorio.
La kermesse di Tavarnelle tra assaggi e folklore.
 –
Esce su il Corriere di Firenze un articolo di Giuseppe Raimondi

giugno 2005elemento grafico, linea separatrice

Articolo su periodico del cumune di Tavarnelle
Esce il periodico dell’amministrazione comunale di Tavarnelle “Tavarnelle in Comune

2 maggio 2005elemento grafico, linea separatrice

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N° 055 DEL 02.05.2005
OGGETTO: 
Realizzazione Osservatorio Astronomico nel territorio comunale di Barberino Val d’Elsa – Loc. Montecorboli. 
Approvazione di Protocollo d’Intesa
.

L’approvazione dello schema del protocollo era del 22.12.2003 Vedi>>

Marzo – aprile 2004
elemento grafico, linea separatrice
11 gennaio 2005elemento grafico, linea separatrice

Un osservatorio astronomico nel Chianti.
Il sogno di un gruppo di giovani. –
Esce su La nazione un articolo di Andrea Settefonti.

Elemento grafico,link all'articolo sulla nazione Leggi l’articolo >>>

10 dicembre 2004elemento grafico, linea separatrice

“Il Borghetto: astronomia al potere” –
Esce su Metropoli un articolo sul nostro gruppo astrofili e sulla collaborazione recentemente attivata con LUDICA (laboratorio universitario per la diffusione della cultura astronomica), nell’articolo si parla anche dell’osservatorio.

7 ottobre 2004elemento grafico, linea separatrice

“Le stelle viste dal Chianti” –
Esce su Chianti News un articolo di Barbara Borri sull’osservatorio del Chianti. Il testo è tradotto anche in inglese e tedesco.

12 Agosto 2004elemento grafico, linea separatrice

“Notte incantata tra stelle e prelibatezze”
Esce sul Corriere di Firenze un articolo di mezza pagina a cura di Giuseppe Raimondi che commenta il successo dell’iniziativa “Calici di Stelle 2004”, organizzata dal comune di Tavarnelle Val di Pesa in collaborazione col gruppo astrofili. Nell’articolo corredato da ben 7 immagini della serata si fa riferimento all’

10 Agosto 2004elemento grafico, linea separatrice

In occasione della manifestazione Calici di Stelle 2004 in Piazza Matteotti a Tavarnelle il gruppo astrofili metterà a disposizione per l’osservazione tre telescopi, 1 Vixen 102 e 2 Meade LX 50 da 10”.
Inoltre sarà allestito un maxischermo per la proiezione di filmati astronomici e riguardanti il progetto dell’Osservatorio Astronomico del Chianti e la ricostruzione 3D della struttura.
Sotto la pensilina della piazza saranno esposte delle gigantografie di immagini astronomiche scattate dal telescopio spaziale Hubble e un pannello illustrativo del progetto dell’osservatorio.

9 Agosto 2004elemento grafico, linea separatrice

Esce online su Repubblica Espresso ,Kataweb e QN (Quotidiano Nazionale) , ripreso da altri 15 giornali (sia versione online che cartacea) un articolo che illustra l’evento delle perseidi.
Nel breve testo c’è spazio per un riferimento a Tavarnelle, si dice….”Sempre in Toscana, a Tavarnelle Val di Pesa (Fi) l’osservazione delle stelle cadenti sarà l’occasione per presentare i progetti definitivi del nascente Osservatorio Astronomico del Chianti.”

19 Giugno 2004elemento grafico, linea separatrice

Esce su Metropoli Chianti un articolo sull’osservazione pubblica organizzata dal gruppo astrofili in occasione del transito di venere sul sole dell’ 8 Giugno.
Nell’articolo si fa riferimento anche al progetto dell’Osservatorio Astronomico del Chianti con immagini della ricostuzione 3D e dell’area del parco botanico invitando anche a visitare questo sito.

8 Giugno 2004elemento grafico, linea separatrice

Dalle ore 7:00 i soci del Gruppo astrofili “il Borghetto” vi aspettano nella piazza centrale di Tavarnelle (Piazza Matteotiti) per seguire insieme con gli strumenti del gruppo il Transito di Venere sul sole. Nella piazza sarà presente un piccolo stand con materiale informativo sull’evento e sulle iniziative dell’associazione e sull’Osservatorio astronomicio del Chianti.

17 Maggio 2004
elemento grafico, linea separatrice

Riunione tecnica nella sala consiliare di Barberino, siamo arrivati alla cifra record di 12 presenze, fra assessori, tecnici del comunale, professionisti in campo astronomico e rappresentanti del Gruppo astrofili “Il Borghetto”!.
Importante la conferma dell’ adozione del piano regolatore entro il 30 Aprile, l’ accordo sul terreno e la partecipazione del Comune di Castellina in Chianti, ancora pero’ da formalizzare.

16 Maggio 2004
elemento grafico, linea separatrice

Discussione del progetto dell’ osservatorio con Semplici Maurizio il candidato a sindaco del gruppo di centro sinistra di Barberino Val d’ Elsa per le prossime elezioni comunali.
Importante e convinto l’ inserimento nel loro programma elettorale del progetto!.

14 Maggio 2004elemento grafico, linea separatrice

Castellina in Chianti.
Un osservatorio astronomico sulla sommità di Montecorboli. 
Condizioni ideali per l’osservazione
Esce su LA NAZIONE un articolo di Andrea Ciappi

30 Aprile 2004
elemento grafico, linea separatrice

Adottato dal Comune di Barberino Val d’ Elsa il nuovo regolamento urbanistico, dove e’ presente la zona F2 relativa all’ Osservatorio!.

29 Aprile 2004
elemento grafico, linea separatrice

Presentata ufficialmente la prima richiesta di contributo.

20 Aprile 2004
elemento grafico, linea separatrice

Definita e approvata con i proprietari del terreno (Az. Agricola Casa Emma) l’ area che circoscrive l’ osservatorio, oggetto del frazionamento..

17 Febbraio 2004
elemento grafico, linea separatrice

Incontro a Tavarnelle con Fabio Toccafondi, candidato della lista civica Tavarnelle Novo per le elezioni comunali , per discutere del progetto. Importante e convinto l’ inserimento nel loro programma elettorale del progetto!.

23 Dicembre 2003
elemento grafico, linea separatrice

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N.145 del 22.12.2003
OGGETTO: 
Realizzazione osservatorio astronomico nel territorio comunale in località Montecorboli
Approvazione schema di Protocollo d’Intesa. 

19 Dicembre 2003
elemento grafico, linea separatrice

Nasce dal “Gruppo Astrofili Il Borghetto“, “l’Associazione Astrofili il Borghetto”, incontro con il notaio e firma del nuovo statuto.
Atto dovuto visti i nuovi adempimenti burocratici da compiere nelle varie fasi della realizzazione del progetto.

15 Novembre 2003
elemento grafico, linea separatrice

Trovati altri sponsor per l’ osservatorio, relativi alla realizzazione della struttura, per ora non possiamo essere piu’ precisi 🙂

09 Luglio 2003
elemento grafico, linea separatrice

Incontro a Barberino Val d’Elsa fra tutti i soggetti che collaborano al progetto (gruppo di coordinamento ), tra gli altri, presenti il sindaco di Barberino Michele Bazzani , l’ assessore alla cultura di TavarnelleGiampiero Galgani e il proprietario del terreno il dott. Alessandro Bucalossi dell’Az.Agricola Casa Emma.
In quella occasione è stato individuato come costo di massima per il nuovo progetto l’importo di circa 300.000 Euro.

12 Settembre 2001
elemento grafico, linea separatrice

Valutazione positiva delle amministrazioni di Tavarnelle e Barberino del progetto presentato dal gruppo astrofili il 28 maggio 2001

28 Maggio 2001
elemento grafico, linea separatrice

Dopo vari mesi di consultazioni il gruppo astrofili redige e presenta alle amministrazioni un progetto particolareggiato dell’osservatorio astronomico, individuando l’area per la possibile realizzazione e uno schema di massima del progetto erchitettonico e di gestione.

30 Giugno 2000
elemento grafico, linea separatrice

Prima richiesta scritta al comune di Barberino per avere informazioni sull’area nei pressi di Montecorboli individuata come sede ideale per l’osservatorio astronomico.

elemento grafico, linea separatrice

Associazione Astrofili “Il Borghetto” Tavarnelle-Barberino (FI) – E-mai: info@osservatoriodelchianti.it